Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



RaiNews24 - Io che ho respirato il plutonio

28 Gennaio 2007 di Amministratore

Da qualche giorno √® stata pubblicata l’ ultima inchiesta di RaiNews24 Io che ho respirato il plutonio” sulla situazione attuale del nucleare italiano. L’ inchiesta √® di Mario Sanna ed √® a cura di Maurizio Torrealta.

Nell’ inchiesta si fa riferimento a diversi episodi recenti che hanno a che fare con il settore nucleare in Italia:
- la contaminazione di plutonio avvenuta qualche mese fa nei laboratori della Casaccia (Impianto Plutonio) di Roma
- la situazione dell’ EUREX di Saluggia e del deposito Avrogado sempre a Saluggia
- l’ attuale situazione della Sogin e la decisione di portare le scorie all ‘estero

La valutazione complessiva dell’ inchiesta si lascia ai singoli utenti, infatti l’ inchiesta si pu√≤ vedere online sul sito di RaiNews24 (e scaricare anche) in formato windows media player, pesa circa 11 mb e dura 15 minuti. L’ unico aspetto che lascia un po’ perlesso √® la scelta di alcune musiche di sottofondo a volte un po’ troppo da film di genere drammatico. Buona visione.

fonte: RaiNews24



Articoli approssimativamente correlati

  • Rai News - L’ inchiesta - Le reazioni nucleari a bassa energia
  • Australia - inchiesta fattibilit√† energia nucleare e ciclo del combustibile
  • Il ritrattamento del combustibile nucleare senza produrre plutonio puro?
  • Rotondella - aggiornamenti inchiesta “Nucleare connection”
  • Rotondella - ex dirigenti del Cnen e dell’ Enea sotto inchiesta
  • 4 Commenti a “ RaiNews24 - Io che ho respirato il plutonio”

    1. Ing. Vincenzo Romanello scrive:

      E’ innegabile che quello che rimane del settore nucleare nel nostro Paese ha dei problemi.
      Tuttavia ho avuto la netta impressione che gli autori dello speciale fossero nettamente prevenuti ed avessero già deciso che taglio dare (le solite scelte ideologiche!).
      Inoltre si continua a mutuare una menzogna che sostengono solo i male informati (per non dir peggio): ossia che con i referdendum del 1987 “l’Italia ha detto no al nucleare” (affatto vero, basta leggerne il testo!).

      Quelli indicati nello speciale, come si √ɬ® detto pi√ɬĻ volte, sono effetti di rimbalzo della rinuncia (mai decisa veramente da nessuno) all’utilizzo pacifico dell’energia nucleare.
      E’ evidente che bisogner√É occuparsi seriamente e quanto prima della realizzazione di un deposito nazionale di scorie…

    2. Edoardo scrive:

      Sono d’accordo con il Dott. Romanello.

      Inoltre aggiugno che l’articolo 75 della Costituzione vieta ai referendum popolari di pronunciarsi a fare o contro i trattati internazionali. Gi√É dagli anni ‘50 l’Italia si era accordata con gli altri stati europei per favorire lo sviluppo pacifico dell’energia atomica. Il referendum pu√ɬ≤ essere abrogativo o confermativo di una legge ma non crearne di nuove o dettare scelte strategiche industriali, economiche, ecc. Per quello c’e’ il Parlamento!
      La verit√É fu che all’epoca di Chernobyl la stampa si scaten√ɬ≤ contro il nucleare proponendo ai lettori scemenze e fandonie vergognose. I partiti al Governo (Dc e Psi) cominciarono a ragionare cos√ɬ¨: nuclearista = meno voti, antinuclearista= pi√ɬĻ voti!
      Ci fu poi il futuro show-man Claudio Martelli che spinse, con i radicali ed i verdi nati qualche anno prima, per gettare in pasto ad un popolo impaurito e male informato la questione nucleare.
      Il resto √ɬ® storia: nel Dicembre ‘87 ci fu la famosa moratoria che bloccava la costruzione di nuovi impianti per 5 anni anche se si voleva mantenere il “presidio” con Caorso, Trino e la quasi ultimata Montalto di Castro. Dopo la caduta del governo Goria (che tent√ɬ≤ invano di far riaprire i cantieri di a Montalto) i governi De Mita, Craxi ed Andreotti decissero di far smantellare tutto. Bravi!…Un bel capolavoro populista che tutti noi staimo ancora pagando. Tra l’altro importiamo energia elettrica da nucleare anche dalla Slovenia ove c’e’ un reattore tale quale a Trino (quello che noi stiamo distruggendo!)

    3. F.Dolcino scrive:

      Abito a due passi da Trino e bevo l’acqua dell’acquedotto del Monferrato che ha i pozzi di presa a Saluggia. Non sono contrario al nucleare, ma non qui in italia, i nostri politicanti sono troppo irresponsabili, troppo ladri e troppo idioti per gestire il nucleare: ancora oggi non esiste un sito dove mettere le scorie, si accatastano dove capita e quello delle scorie mi sembra un problemino da risolvere prima di mettersi a fare centrali e prima di parlare di qualunque altro problema. Secondo me, quando il sito per stoccare le scorie sar√É individuato, queste non costituiranno pi√ɬĻ un pericolo, la loro radioattivit√É sar√É scomparsa naturalmente.

    4. Edoardo scrive:

      Sono d’accordo con lei Sig. Dolcino e capisco il suo punto di vista. Pensi che il Bersani invent√ɬ≤ e tutt’ora conferma lo smantellamento ACCELERATO delle centrali senza aver prima individuato il sito nazionale (operazione costosissima e rischiosa per il personale addetto). In Italia ci sono pi√ɬĻ di cento siti idonei per lo stoccaggio delle scorie ma l’egoismo e l’ipocrisia ambientalista portano solo a baruffe e NO come a Scanzano Jonico.
      Nuclearista convinto, vivo a Pistoia ove molti operai della Breda sono morti per malattie dovute all’amianto. Io, personalmente, preferirei abitare vicino ad una centrale nucleare o ad un deposito di scorie (impianti super sicuri ove i controlli sono ossessivi) che vicino a una catasta di vecchie “onduline” di aminato o vecchi vagoni, pieni zeppi del medesimo, lasciati macerare al sole senza nessuna protezione. Cos√ɬ¨ come al petrolchimico di Gela ove l’aria e l’acqua sono inquinate oltre ogni limite e l’incidenza dei tumori e malformazioni nei neonati sono superiori del 51% alla media nazionale (c’era un articolo su LA NAZIONE l’altro ieri) Gli ambientalisti temono solo il nucleare tutto il resto √ɬ® salute!…
      D’accordo con Lei anche sull’ottusit√É e la malafede dei politici, sia di sinistra sia di destra) Il mio impegno e la mia testimonianza su questo importantissimo sito, mio come quello degli altri amici, ha come scopo lo smascherare gli allarmismi ed i tab√ɬĻ circa l’utilizzo pacifico dell’atomo in maniera tale che tanti, come gi√É accade, sappiano la verit√É e la smettano di seguire l’ideologie politiche. Spero che un domani il nostro mix energetico nazionale, oltre che le fonti rinnovabili, i rigassificatori, ecc. ricomprenda anche il nucleare.
      Grazie per la Sua cortese attenzione

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    buy mba essay online ha scritto per ultimo un intervento in:
    Roma - Seminario internazionale sulla bonifica dei siti nucleari e la gestione dei rifiuti radioattivi

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Giappone - ripensamenti sull' abbandono del nucleare?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    ‚ÄúStriscia la Notizia‚ÄĚ - querelle sul nucleare 2

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali