Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



Angela Merkel - la Germania deve ripensare al nucleare?

10 Gennaio 2007 di Amministratore

Su il “Corriere della Sera” di oggi c’√® un articolo di Paolo Valentino in merito alle recenti dichiarazioni del cancelliere tedesco Angela Merkel in merito al nucleare.

In questi giorni in cui la Germania sta subendo riduzioni di forniture petrolifere come conseguenza della “guerra energetica” tra Russia e Bieolorussia, Angela Merkel ha messo cautamente in ipotesi anche un eventuale ripensamento della politica energetica non nucleare, le cui linee guida risalgono al precedente governo Schroeder.
Infatti con una legge approvata nel 2000 dal precedente governo verde-rosso (Spd-Verdi) √® stato previsto che tutte le 18 centrali atomiche tedesche debbano essere pian piano chiuse entro il 2023 sulla base di una precisa programmazione cronologica che tiene conto dell’ et√† di ogni singolo reattore.
Pi√Ļ in dettaglio Angela Merkel ha detto che la Germania deve puntare a risparmiare energia, puntare sulle energie rinnovabili e valutare le conseguenze che avranno la chiusura delle centrali nucleari.

Finora il primo e unico reattore spento è stato nel 2003 quello di Stade (Bassa Sassonia). Nel 2007 invece è programmata la chiusura del blocco A della centrale di Biblis (Assia).



Articoli approssimativamente correlati

  • Germania - no interruzione all’ abbandono del nucleare
  • La Germania punta a trovare un “piano energetico nazionale”
  • Germania - entro il 2021 fuori dal nucleare
  • L’ Italia dipenderebbe dall’ estero anche con il nucleare?
  • Giappone - ripensamenti sull’ abbandono del nucleare?
  • 1 Commento a “ Angela Merkel - la Germania deve ripensare al nucleare?”

    1. Edoardo scrive:

      In Germania il fabbisogno energetico è soddisfatto per il 60% dal carbone 35% dal nucleare ed il restante 5% da fonti miste, tra cui il vento ed il sole che, insieme, soddisfano 2% circa.
      L’eolico ed il solare, per produrre quantitativi rilevanti di energia, devono occupare enormi spazi con “mulini” o pannelli.
      Nella stessa Germania “si sono accorti” … (ma guarda!) che, visto l’impossibilit√É di avere sempre il sole allo Zenith in un cielo terso ed il vento che soffia ad intensit√É fissa, si deve sopperire a questi cali di energia prodotta da eolico e solare con quelle tradizionali (carbone e nucleare). Inoltre, si deve distinguere tra potenza installata e potenza effettivamente prodotta: pale eoliche installate per 2500/3000 Mw riescono a produrre energia reale per neanche 1000 Mw con grande dispendio di spazi aperti e soldi. In caso di solare fotovoltaico (ma anche termico) i quantitativi elettrici reali sono molto pi√ɬĻ bassi, i costi no!… Chissa quanti pannelli solari o torri eoliche occorrono per dare energia ad un centro commerciale, a fonderie, fabbriche di carta o cemento, acciaierie, ecc…tutti tipi di industrie molto energivore!
      Concludo affermando che la Germania ha potuto sviluppare di pi√ɬĻ le fonti rinnovabili (con i limiti appenna accennati) sfruttando le risorse derivate dall’utilizzo di fonti (nucleare e carbone) che permettono una produzione di energia elettrica poco costosa. Inoltre i tedeschi usano il gas solo per l’uso domestico e in alcuni settori dell’industria chimica a differenza di noi italiani. E’ quindi scontato che il 61% dei tedeschi √ɬ® favoverole a non smantellare i 18 reattori in funzione ma a puntare al mix energetico migliore nel quale il nucleare non potr√É mancare.

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    ‚ÄúStriscia la Notizia‚ÄĚ - querelle sul nucleare 2

    alessandro ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Le scorie nucleari del passato programma nucleare italiano - una bomba ad orologeria da disinnescare

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Bufale nucleari - dopo Fukushima, le risposte alle domande pi√Ļ frequenti sull' energia nucleare



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali