Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



Proposta per giovani interessati a problematiche energetiche e nucleari

20 Settembre 2005 di enrico

PROPOSTA PER GIOVANI INTERESSATI A PROBLEMATICHE ENERGETICHE E NUCLEARI - Enrico MAINARDI (Ing. Nucleare, Dottorato in Energetica, Vicesegretario AIN)

Applicazioni pacifiche e benefiche per l’umanita’
Le parole “nucleare” e “radiazioni” oggi sono spesso associate dall’opinione pubblica a concetti negativi (e.g. bombe di Hiroshima e Nagasaki, disastro di Chernobyl, problema di sistemazione definitiva delle scorie nucleari). D’altra parte non si mettono quasi mai in risalto i reali contesti e le molte applicazioni pacifiche e benefiche per l’umanità (medicina nucleare, ricerca sulla fusione, conversione armi nucleari in progetti di sviluppo nel sud del mondo). In questo contesto è evidente che sia sempre piu’ difficile trovare giovani disposti ad investire il proprio futuro in studi e occupazioni non certo semplici, dagli sbocchi professionali non chiari e percepiti in maniera negativa. L’importanza dell’impiego pacifico dell’energia nucleare e di altre tecnologie nucleari è particolarmente attuale oggi dopo cinquant’anni dal celebre discorso alle Nazioni Unite dell’allora Presidente degli Stati Uniti Dwight Eisenhower che proponeva il programma “Atomi per la Pace”, divenuto poi, venti mesi dopo, lo slogan del primo Convegno di Ginevra sull’uso pacifico dell’energia nucleare.

Competenze nazionali
L’uomo ha da sempre convissuto con la radiazione nucleare e negli ultimi cinquant’anni ha imparato ad utilizzarla per migliorare la sua esistenza, ma molto può fare ancora. Le tecnologie nucleari hanno quindi bisogno, ora e nel futuro, di persone giovani, dinamiche e brillanti nei vari settori della ricerca, dell’industria, della medicina nucleare e in tutti quei campi in cui si parli di radiazioni. Tutto ciò è essenziale, specialmente per i giovani d’oggi molto sensibili a problematiche attuali, in vista di un impiego futuro in tali contesti.
Se chi ha delle responsabilità decisionali e gestionali nel Paese non riesce a individuare e a recapitare dei messaggi chiari e positivi con delle prospettive concrete di interesse e di occupazione a migliori condizioni, saremo costretti a “comprare cervelli e braccia” dall’estero. I paesi dell’Est Europa vedono nel nostro paese grosse prospettive di crescita e occupazione e, ben presto, potrebbero “venderci” non solo energia elettrica dalle loro centrali, tramite nuove reti e accordi, ma anche personale e competenze, specie nel campo nucleare. Questa situazione è, a mio avviso, paradossale se si pensa che noi italiani siamo presenti all’estero specie nei migliori laboratori e nelle industrie degli Stati Uniti e di altri paesi occidentali più evoluti e organizzati nel fornire migliori condizioni in alcuni settori come in quello nucleare.

Un’azione concreta: INN
In Italia esiste l’Associazione Italiana Nucleare (AIN), quale autorevole voce (se non unica) a favore dello sviluppo delle tecnologie nucleari che vuole promuovere e dare spazio ai giovani sotto i 35 anni, in linea e totale accordo con altre associazioni ed enti a livello europeo ed internazionale. L’organizzazione dei giovani è iniziata recentemente con il nome INN (Italian Nuclear Network) ed è pertanto ancora in fase di sviluppo. La principale attività in Italia consiste nel curare una NEWSLETTER inviata per E-MAIL con notizie e articoli sul tema del nucleare. Altre attività sono state pianificate e potranno essere implementate se si creerà un gruppo più numeroso. Rappresentanti di INN sono inoltre coinvolti in attività di discussione e organizzazione di eventi a livello internazionale nei contesti della ENS YGN (European Nuclear Society Young Generation Network) e IYNC (International Youth Nuclear Congress).
INN ha lo scopo principale di discussione e di informazione per le generazioni più giovani, ma è aperta a tutte le persone interessate nelle scienze e nelle tecnologie nucleari e allo sviluppo del settore con particolare riferimento alle applicazioni energetiche per il paese.
Per chi vuole essere aggiornato c’è la possibilità di iscriversi alla mailing list gratuita che diffonde un e-mail al mese: per l’adesione inviare un e-mail all’indirizzo info@assonucleare.it

Conclusioni
Nella civiltà odierna si studiano e si utilizzano tecnologie nucleari per varie applicazioni e, sebbene attualmente la fissione non sia sfruttata per produrre energia nel nostro paese, ci si augura che permangano l’interesse e le competenze per essa. Il settore generale dell’energia e delle tecnologie nucleari e’ un settore di ricerca promettente, perché in vari campi c’e’ ancora moltissimo da scoprire, capire, migliorare, ottimizzare. Molti giovani (tra i piu’ predisposti alla scienza e alla tecnica) degli ultimi anni delle Scuole Superiori e dei primi anni dell’Università si dimostrano interessati ad un settore come questo, dagli ampi orizzonti. L’ Associazione Italiana Nucleare (AIN) vuole quindi promuovere e dare spazio ai giovani (di eta’ sotto i 35anni) interessati ……rimane ora a tali giovani proporsi e dichiarare apertamente il proprio interesse e la propria disponibilità . D’altra parte ci si augura che chi ha responsabilità decisionali e gestionali nel nostro Paese promuova la ricerca nel settore nucleare e suggerisca delle prospettive concrete di occupazione a migliori condizioni delle attuali.



Articoli approssimativamente correlati

  • Manovra economica triennale 2009-2011 e Piano Energetico Nazionale (incluso il nucleare)
  • Bergamo - quinta edizione di BergamoScienza
  • Sogin - approvazione bilancio esercizio 2007 e nomina componenti del Collegio Sindacale
  • Commissione Europea - approvata nuova direttiva sulla sicurezza nucleare
  • Prodi - verso il nucleare ci dovrà essere una politica di attenzione
  • Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    buy mba essay online ha scritto per ultimo un intervento in:
    Roma - Seminario internazionale sulla bonifica dei siti nucleari e la gestione dei rifiuti radioattivi

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Giappone - ripensamenti sull' abbandono del nucleare?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    “Striscia la Notizia” - querelle sul nucleare 2

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali