Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



USA - via libera ai primi due nuovi reattori nucleari dal 1978

10 Febbraio 2012 di Amministratore

La “NRC - Nuclear Regulatory Commission” (Commissione per la regolamentazione del settore nucleare - USA) ha dato il via libera alla costruzione di due nuovi reattori nucleari negli USA: saranno i primi nuovi reattori ad essere costruiti negli Stati Uniti dal lontano 1978. Infatti dopo l’ incidente di “Three Mile Island” (nel 1979) negli USA non si sono pi√Ļ realizzati nuovi reattori.

La richiesta √® stata avanzata dalla societ√† “Southern Company” ed √® stata accettata (nonostante l’opposizione di Gregory Jaczko, presidente della Commissione NRC).
I due nuovi reattori andranno a costituire il “reattore tre” e “reattore quattro” della centrale nucleare “Alvin Vogtle” (presso la citt√† di Augusta, in Georgia). Il “reattore tre” dovrebbe diventare operativo nel 2016, mentre il “reattore quattro” nel 2017.

Entrambi saranno dei reattori ad acqua pressurizzata PWR “AP1000″ (reattore di III+ generazione prodotta dalla Toshiba-Westinghouse), reattore che ha avuto l’approvazione da parte dell’ NRC recentemente (dicembre 2011).

E’ previsto un investimento finanziato in parte dalla societ√† costruttrice (14 miliardi di dollari) e in parte pubblico (8,3 miliardi di dollari; in realt√† √® un prestito agevolato, cos√¨ come previsto dall’ “Energy Policy Act” del 16 febbraio 2010).



Articoli approssimativamente correlati

  • Obama rilancia il nucleare civile negli USA
  • Russia - costruzione nuovi reattori nucleari entro il 2012
  • La Cina e il nucleare - alcuni numeri
  • USA - in preparazione le domande da presentare alla Nuclear Regulatory Commission
  • L’ ENEL punta sul nucleare in Repubblica Slovacca
  • 5 Commenti a “ USA - via libera ai primi due nuovi reattori nucleari dal 1978”

    1. Silviuccio Berluschino scrive:

      Un po’ OT (come a qualcuno piace dire), e mi tappo le orecchie per non sentire la solita valanga di insulti che il mio commento scatener√†:
      A proposito della “fisiologica” o “genetica” immunit√† alle infiltrazioni mafiose del nucleare (italiano e non):

      notizie.tiscali.it/articoli/interviste/12/02/armi-leggere-in...

      Così funzionano le cose in Italia (e nel resto del mondo). In tutti i settori!

    2. Cher scrive:

      nonciclopedia.wikia.com/wiki/File:Ammazzati_e_salva_il_piane...

    3. Ing. Vincenzo Romanello scrive:

      Come volevasi dimostrare: a riprova del fatto che il nucleare fosse obsoleto si diceva che da decenni negli USA non si costruivano impianti (omettendo di dire - consapevolmente (da criminali) o inconsapevolmente (da minchioni) - che in realta’ dato l’aumento del fattore di utilizzazione di impianto e della vita dei reattori - da 40 a 60 anni - c’e’ stato comunque un aumento della produzione elettronucleare, in un Paese che gia di reattori ne avevava 104, e che producevano circa il 20% del fabbisogno!!!). E questo dopo gli incidenti di Fukushima (infatti l’Agenzia per la Sicurezza Nucleare Giapponese ha decretato che non ci saranno vittime fra la popolazione per le fughe radioattive - come ci si poteva attendere peraltro). Decisione improvvida quella italiana (referendum di giugno 2012 sul nucleare)? Ai posteri l’ardua (non tanto invero!) sentenza…

    4. Andrea scrive:

      Questo dimostra solo una cosa,che non √® vero che l’incidente di cernobyl abbia influito o meno sul fare nuovi reattori nucleari.Ci√≤ che conta √® solo la convenienza economica,ma nell’86 il prezzo del nucleare non era pi√Ļ conveniente del gas e carbone.A mio avviso per avere un grande vantaggio economico dalla fonte nucleare bisogna fare un p√≤ come hanno fatto gli stati uniti o la francia ,cio√® di costruire una serie numerosa di reattori,cos’cch√® dopo una diecina di anni di funzionamento ne ho benefici sulla bolletta.PErci√≤ che riguarda altre soluzioni ,non vedo un futuro delle rinnovabili,costose ed inutili.E’ vergognoso quello che sta accadendo in italia.

    5. Andrea scrive:

      Per gli utenti guardatevi questo video:
      http://www.youtube.com/watch?v=8VRqdidSlYA

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.


    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali