Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



Gran Bretagna - la Nuclear Decommissioning Authority sceglie il consorzio UKNWM

1 Aprile 2008 di Amministratore

L’ agenzia inglese “Nuclear Decommissioning Authority” (NDA) ha oggi assegnato alla “UK Nuclear Waste Management” (UKNWM) il contratto per la gestione del deposito di rifiuti radioattivi a bassa livello di radioattività di Drigg, in Cumbria.

Il deposito sarà quindi gestito per i prossimi 5 anni dal consorzio “UK Nuclear Waste Management” costituito da Areva, URS Washington Division, Studsvik UK e Serco Assurance.

Il consorzio “UK Nuclear Waste Management” (UKNWM) ha pertantoavuto la meglio sugli altri due consorzi che adevano manifestato interesse: “Waste Management Solutions” (composto da Energy Solutions, BNG Project Services, Fluor and Jacobs) e “BSN Environmental” (composto da Babcock Support Services e Stoller and Nukem).

Questo è il primo contratto concluso dalla NDA da quando è stata creata nel 2005 al fine di gestire la fase di decomissiong in Gran Bretagna. Inizialmente il contratto, come detto, avrà la durata di 5 anni (ed un valore economico di circa 125 milioni di sterline) ma potrebbe essere prolungato fino ad un massimo di 17 anni (ulteriori 200-500 milioni di sterline).



Articoli approssimativamente correlati

  • Gran Bretagna - nuove centrali nucleari in arrivo
  • Gran Bretagna - nuovo centro ricerche nucleare
  • Gran Bretagna - Risultati di un recente sondaggio sul nucleare
  • Francia e Gran Bretagna unite per promuovere il nucleare civile
  • EDF e l’ ammodernamento delle centrali nucleari della Gran Bretagna
  • 1 Commento a “ Gran Bretagna - la Nuclear Decommissioning Authority sceglie il consorzio UKNWM”

    1. daniele scrive:

      Inizia il bussiness nucleare!

      Al miglior offerente (quello che farà spendere meno!!) la gestione dei depositi.
      Magari anche per la costruzione dei nuovi depositi si faranno gare di appalto e vincerà chi farà pagare meno! La sicurezza! Diamine per quella non c’é problema.

      500 milioni di sterline per gestire il deposito inglese (l’unico deposito di scorie e per di più per il II livello per un paese che ha una ventina di centrali). Però!

      Ma la cosa interessate è che le aziende si consorziano. Come AREVA da sola non può gestire un deposito di II livello? Però.
      Ma alllora come farà a gestire i nuovi depositi che occorreranno per i 5/10 reattori EPR che ha intenzione di costruire?

      Bussiness stramiliardario dove tutte le aziende, anche quelle che non c’entrano niente, si butteranno a capofitto. Smantellare e ricostruire.
      Un bell’osso con tanta polpa attorno da addentare!

      E in mezzo a tanti miliardi di euro disponibili le aziende riusciranno a mantenere un giudizio critico su quello che fanno?

      Se c’é un lavoro dove la più piccola componente deve essere perfetta questo è il mondo nucleare.
      Ora che sta per essere assaltato da tutti sarà garantita la sicurezza?

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Giappone - ripensamenti sull' abbandono del nucleare?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    “Striscia la Notizia” - querelle sul nucleare 2

    alessandro ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Le scorie nucleari del passato programma nucleare italiano - una bomba ad orologeria da disinnescare



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali