Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



GE Hitachi Nuclear Energy ed accordo di cooperazione Italia-USA

1 Ottobre 2009 di Amministratore

In data 30 settembre la “GE Hitachi Nuclear Energy” (GEH) ha annunciato il proprio supporto all’ accordo di cooperazione nel settore dell’energia nucleare siglato martedì 29 settembre a Washington tra Italia e Stati Uniti.

L’ accordo bilaterale consentirà la crescita della capacità di produzione e la diversificazione del portafoglio energetico in Italia attraverso la cooperazione dei due Paesi nelle attività di ricerca, sviluppo e realizzazione di tecnologie avanzate per reattori.

Inoltre l’ accordo bilaterale di cooperazione firmato dal segretario statunitense per l’energia Steven Chu e dal ministro per lo sviluppo economico Claudio Scajola rafforza l’impegno dei due Paesi nello sviluppo di un’economia energetica indipendente, affidabile e diversificata comprendente una fonte energetica nucleare sicura ed economicamente sostenibile.

“Siamo entusiasti della prospettiva di supportare lo sviluppo del nuovo programma energetico nucleare italiano”, ha dichiarato Jack Fuller, Presidente e CEO di GEH. “Con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di tecnologie e servizi nucleari per la produzione elettrica, GEH è in grado di proporre interessanti soluzioni per aiutare l’Italia a centrare gli obiettivi stabiliti dal suo programma di sviluppo dell’energia nucleare”.

GE riconosce la necessità del ricorso all’energia nucleare per soddisfare i requisiti mondiali di sostenibilità energetica. “L’energia nucleare è una fonte a bassissime emissioni di CO2 che oggi non può essere esclusa dall’equazione energetica”, ha affermato John Krenicki, Presidente e CEO di GE Energy intervenendo la scorsa settimana a Washington in occasione del “Council on Competitiveness National Energy Summit”. Il sostegno del governo è dunque fondamentale per lo sviluppo di nuove tecnologie nucleari”.

Si ricorda, come notizia storica, che GE collaborò alla realizzazione del primo programma nucleare italiano, fornendo, su incarico di Enel, un reattore ad acqua bollente (BWR, Boiling Water Reactor) di seconda generazione da 860 MWe di potenza per la centrale nucleare di Caorso, entrata in attività nel 1978.

Oggi GEH è uno dei leader mondiali nella progettazione e realizzazione di reattori con tecnologia ad acqua bollente avanzata ed offre un’ampia gamma di reattori e servizi per impianti nucleari ai produttori di energia di tutto il mondo.

La “GE Hitachi Nuclear Energy” è nata a seguito dell’ accordo di “joint venture” del 2006 tra General Electric e Hitachi nel settore nucleare. L’alleanza ha come visione strategica unica la realizzazione di un sempre più ampio portafoglio di soluzioni espandendo le proprie capacità in termini di fornitura di nuovi reattori e di servizi.



Articoli approssimativamente correlati

  • General Electric e Hitachi - joint venture nucleare
  • USA e Russia - patto di cooperazione energia nucleare civile
  • Russia ed India - accordo per la cooperazione nucleare civile
  • USA - bloccato accordo di cooperazione per il nucleare civile
  • NEAAEN - Nuclear Energy Outlook 2008
  • 4 Commenti a “ GE Hitachi Nuclear Energy ed accordo di cooperazione Italia-USA”

    1. Davide scrive:

      Questo è sicuramente un ottimo segnale nella direzione giusta, merito anche del ministro Scajola, (in barba a quanto dichiarato dall’amministratore delegato Fulvio Conti che pretendeva di avere la supremazia per motivi evidentemente di nobiltà d’animo), ha favorito un mercato con più attori e più libero.

    2. Enrico scrive:

      bella notizia, mi compiaccio. in questo modo si aumenta la concorrenza fra le varie società e si hanno vari modelli di reattori, come era all’inizio dell’era nucleare italiana con un PWR, un BWR ed un MAGNOX

      però rimango personalmente dell’idea data dal fatto certo ed incontestabile che siamo in italia……il progetto è ottimo ma non sarà mai realizzato…..

    3. Edoardo scrive:

      …mai dire mai. Fino a pochi anni fa solo la parola “atomo” provocava alzate di scudi sia da parte della popolazione sia da parte delle industrie.
      Di cambiamenti ce ne sono stati nell’opinione pubblica, indipendentemente dalla successione dei governi.
      Cmq staremoa vedere.

    4. Enrico scrive:

      ma infatti, io ci spero vivamente nel ritorno dell’italia al nucleare, solo che sono italiano e conosco gli italiani e per questo so che sarà difficile…..

      ci torneremo sicuramente quando avremo l’acqua alla gola e saremo come al solito gli ultimi del carretto…..

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Giappone - ripensamenti sull' abbandono del nucleare?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    “Striscia la Notizia” - querelle sul nucleare 2

    alessandro ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Le scorie nucleari del passato programma nucleare italiano - una bomba ad orologeria da disinnescare



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali