Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



Gran Bretagna - Ottenere il consenso dei residenti con i soldi?

16 Gennaio 2008 di Amministratore

In Italia è stata poco diffusa la notizia proveniente dalla Gran Bretagna in merito alla volontà di pagare i cittadini al fine di avere il loro assenso per poter sistemare rifiuti radioattivi “nel proprio cortile” (usando una frase spesso ricorrente…).

L’ idea (al momento è soltanto un’ idea) della società che gestisce l’ impianto nucleare di Sellafield infatti sarebbe di pagare tutti i residenti della contea della Cumbria con 75 milioni di sterline (poco meno di 100 milioni di euro) per ottenere il loro consenso ad espandere i depositi di tipo superficiale a Drigg e per poter dar vita quindi ad un sito unico nazionale per i rifiuti radioattivi di basso livello.

Tale somma di denaro sarebbe recuperata da tasse sui cittadini inglesi.

Tuttavia una scelta del genere ha generato sia diverse perplessità perchè questa operazione diverrebbe un pericoloso precedente (da ora in poi tutti a questo punto potranno pretendere delle alte compensazioni economiche per accettare un deposito, una discarica o altro…) sia critiche da parte di residenti ed ambientalisti.

Per ulteriori informazioni si può leggere (in lingua inglese) l’articolo “Nuclear alert: PM’s bribe boosts dumping of waste” pubblicato il 6 gennaio 2008 sul quotidiano britannico online “The Independent”



Articoli approssimativamente correlati

  • EDF e l’ ammodernamento delle centrali nucleari della Gran Bretagna
  • Gran Bretagna - nuove centrali nucleari in arrivo
  • Gran Bretagna - nuovo centro ricerche nucleare
  • Gran Bretagna - Risultati di un recente sondaggio sul nucleare
  • Francia e Gran Bretagna unite per promuovere il nucleare civile
  • Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    “Striscia la Notizia” - querelle sul nucleare 2

    alessandro ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Le scorie nucleari del passato programma nucleare italiano - una bomba ad orologeria da disinnescare

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Bufale nucleari - dopo Fukushima, le risposte alle domande più frequenti sull' energia nucleare



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali