Home  |  Contatti  |  Chi siamo  |  Newsletter  |  Mappa del sito  |  Archivio Cronologico Generale  |  Forum  | :   |



Gli effetti dei test atomici dalla Francia nelle isole della Polinesia francese

5 Agosto 2006 di Amministratore

Su “La Repubblica” del 4 agosto c’√ɬ® un articolo del corrispondente Giampiero Martinotti sulle conseguenze dei test atomici effettuati negli anni passati dalla Francia nelle isole della Polinesia francese.

Un direttore dell’ Istituto nazionale della Sanit√É e della Ricerca medica (Inserm) ha infatti di recente fatto alcune anticipazioni su una ricerca che a breve sar√É pubblicata e che evidenzier√É come ci sarebbe un legame certo “tra le ricadute dovute ai test nucleari realizzati dalla Francia e il rischio di un cancro alla tiroide”.
L’ indagine √ɬ® stata fatta su 239 casi di cancro alla tiroide avutisi nell’ arco di tempo a cavallo tra il 1966 e il 1999. E sebbene il numero di casi di cancro che si pu√ɬ≤ direttamente collegare in modo sicuro agli esperimenti √ɬ® basso (circa 10), tuttavia √ɬ® il contesto dato dalle dosi di radioattivit√É nell’ aria e i dati meteorologici disponibili a dare forza alle conclusioni a cui si √ɬ® giunti.
A queste prime dichiarazioni (a cui seguirà la pubblicazione a settembre di tutto il dossier) il Ministero della Difesa francese non ha fatto commenti ma attende prima i risultati definitivi della ricerca.

La Francia inizi√ɬ≤ ad effettuare esperiementi nucleari il 13 febbraio 1960 nel Sahara e dal 1966 i test futuno spostati nei territori francesi della Polinesia (atolli di Mururoa e Fangataufa). L’ ultimo test √ɬ® stato fatto il 27 gennaio 1996 e in totale i test atomici effettuati in Polinesia sono stati 193 (46 atmosferici e 147 sotterranei). E, poco dopo, il 24 settembre 1996 la Francia ha sottoscritto il “Comprehensive Test Ban Treaty” (Trattato di bando complessivo dei test nucleari - CTBT).

Si ricorda che gli USA hanno riconosciuto dal 1988 ben 31 tipi di malattie (tra cui 25 tipi di tumore) che possono essere ricollegate agli effetti di test nucleari sulle persone che vivono in un raggio di 700 chilometri attorno al punto zero.



Articoli approssimativamente correlati

  • Francia - regolamentazione degli indennizzi per i test nucleari
  • Cern - a breve accensione dell’ LHC
  • Cnr - Trizio e Cesio sul Monte Rosa
  • Progetto Megapie - resi noti i risultati della prima serie di test
  • Nuovo record per il supercomputer IBM BlueGene/L
  • 2 Commenti a “ Gli effetti dei test atomici dalla Francia nelle isole della Polinesia francese”

    1. Marco Calviani scrive:

      La firma del trattato di non proliferazione nucleare non e’ avvenuta dopo la fine dei test nucleari ma bensi’ diversi anni prima (il 2 agosto 1992); il TNP non ha nulla a che vedere con i test nucleari ma bensi’ con le armi nucleari in senso stretto. In particolare proibisce agli stati firmatari “non-nucleari” (ovvero che non possiedono armi nucleari) di procurarsi tali armamenti, e agli stati “nucleari” di fornirgli tecnologie nucleari. Gli unici trasferimenti ammessi sono quelli che avvengono sotto l’egida dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA).

      Quello invece che la Francia ha firmato dopo (il 24 settembre 1996) l’ultimo test nucleare e’ stato il Comprehensive Test Ban Treaty (Trattato di bando complessivo dei test nucleari, CTBT) che proibisce i test nucleari in qualsiasi ambiente, mentre il bando parziale (Partial Test Ban Treaty) del 1962 aveva permesso che i test continuassero nel sottosuolo.
      E’ rilevante che la Francia e l’Inghilterra, siano stati i primi due “stati nucleari” che hanno ratificato tale accordo (2 giugno 1998).

      NB: riporto l’articolo 1 che evidenzia l’intenzioni di coloro che lo segnano:
      1. Each State Party undertakes not to carry out any nuclear weapon test explosion or any other nuclear explosion, and to prohibit and prevent any such nuclear explosion at any place under its jurisdiction or control.

      2. Each State Party undertakes, furthermore, to refrain from causing, encouraging, or in any way participating in the carrying out of any nuclear weapon test explosion or any other nuclear explosion.

      (fonte http://www.ctbto.org/)

      ciao,
      marco

    2. Amministratore scrive:
      Commento ufficiale dello Staff

      Ho provveduto a effettuare la modifica dell’ articolo.
      Grazie per la precisazione sul “Trattato di non proliferazione nucleare” (TNP) e sul “Trattato di bando complessivo dei test nucleari” (CTBT).

    Scrivi un commento




    Avvertenza - i commenti sono sottoposti a un sistema automatico di moderazione e di solito sono pubblicati subito. ma se il tuo commento non dovesse apparire immediatamente, vuol dire che il commento richiede una moderazione manuale per essere visualizzato. Se dopo 2-3 giorni il tuo commento continua a non essere visualizzato, puoi provare a contattarci via mail per segnalare il problema. grazie.













    Archivio Nucleare rientra nel progetto Zona Nucleare

    Cerchiamo collaboratori che abbiano conoscenze in ambito "nucleare" e "radioprotezione" per motivi di studio o lavoro

    Hai una notizia che ritieni degna di attenzione? Contattaci










    Archivio Nucleare

    Commenti Recenti


    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    ‚ÄúStriscia la Notizia‚ÄĚ - querelle sul nucleare 2

    alessandro ha scritto per ultimo un intervento in:
    I rifugi antiatomici (sesta parte)

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Gli "stranded costs" che pesano sulle bollette della luce e l' uscita dal nucleare

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Riva del Garda - Atomi Per La Pace - Costi energetivi ed ambiente, quale futuro per l'industria italiana?

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    Authority energia - Il costo dei combustibili e il peso degli oneri di sistema

    Renzo Riva ha scritto per ultimo un intervento in:
    GSE - mix energetico per gli anni 2011-2012

    Vincenzo Romanello ha scritto per ultimo un intervento in:
    Il caso di Oklo - Può la fissione nucleare essere un fenomeno naturale?

    Luigi Filippo von Mehlem ha scritto per ultimo un intervento in:
    Toshiba presenta robot per bonificare Fukushima

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Le scorie nucleari del passato programma nucleare italiano - una bomba ad orologeria da disinnescare

    Edoardo ha scritto per ultimo un intervento in:
    Bufale nucleari - dopo Fukushima, le risposte alle domande pi√Ļ frequenti sull' energia nucleare



    Zona Nucleare
    Home | Glossario | Cerca









    online dal 9 Settembre 2005 :: Disclaimer - Copyleft :: Privacy :: visitatori totali